#8683
Valentina GiordanoValentina Giordano
Moderatore

Cara Alessandra, grazie per aver condiviso qui la tua domanda, può essere una riflessione utile per molti.

Mi piacerebbe sapere anche cosa ne pensano gli altri in relazione alle proprie esperienze, intanto ti lascio l’invito a sperimentare in diversi momenti (vedrai come l’esperienza cambia in ogni caso da un momento all’altro) e piano piano a lasciar dissolvere la voce di giusto/sbagliato o meglio/peggio.

Più che l’esperienza “perfetta”, c’è la possibilità di avere esperienze che ci mostrino qualcosa e questa pratica lo fa emergere in maniera amplificata, mentre portiamo lì tutta la nostra attenzione: com’è un singolo acino di uvetta quando sono completamente sazia? Assomiglia all’esperienza di un secondo/terzo quadratino di cioccolata a fine pasto, quando sono già completamente sazia? Quando ascolto il mio corpo e il mio senso di sazietà, posso fare scelte più sagge?

Buone esplorazioni!

Copyright 2020 – GO AS A RIVER DI VALENTINA GIORDANO CF: GRDVNT83D49F912D – P.IVA: 09474870962 – privacy policy – All right reserved.